Tomorrow? Tomorrowland! E da Monza la prima edizione italiana dell’evento

Comments (0) Music

L’appuntamento che tutti i fan di musica elettronica stavano aspettando è finalmente arrivato: domani il Tomorrowland festival riaprirà i cancelli nella storica cornice di Boom, in Belgio, pronto a far battere a ritmo dei potenti bassi tutti i cuori dei partecipanti. La rassegna giunge quest’anno alla quattordicesima edizione, è dal 2005 infatti che il parco De Schorre di Boom si tinge delle atmosfere fantasy e sognanti approntate dagli organizzatori, e via via questo super concerto è diventato un must per tutti gli appassionati del settore.

E dato che il Belgio è quello che è, e non tutti possono raggiungere comodamente la cittadina fiamminga, ecco che nasce “Unite with Tomorrowland”, una connessione fra più città nel mondo per permettere una diffusione più capillare dell’evento. Quest’anno gli avamposti di Tomorrowland saranno ad Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti), Beirut (Libano), Marsa (Malta), Città del Messico (Messico), Barcellona (Spagna), Taipei (Taiwan), e – udite, udite! – per la prima volta, anche in Italia, precisamente a Monza.

Stavolta non saranno le Ferrari a far impazzire il pubblico al Monza Eni Circuit, bensì oltre 10 ore di musica live distribuite tra le 16 e le 3, un palco di 350 mq e 735 mq di decorazioni. Il popolo di Monza sarà connesso con le altre città, rispettando il principio di “Unite”, e ricordando quello che è sempre stato lo spirito di Tomorrowland, improntato sulla fratellanza e sul rispetto delle diversità.

Durante le passate edizioni hanno calcato i palchi di Tomorrowland i più grandi dj del pianeta, come Avicii, David Guetta e Skrollex, tanto per citarne alcuni. Quest’anno a scaldare il pubblico belga ci saranno il dj e producer Armin Van Buuren, il duo Dimitri Vegas & Like Mike, e Afrojack, dj e compositore già vincitore di un Grammy nel 2011 per la Miglior registrazione remixata. In Italia, invece, altri artisti saliranno sul palco e la line-up è davvero ricca: Martin Solveig, Claptone, Klingande, Malaa, Albertino, Yves V, Mike Dem, i Selton, gli SDJM, gli Elements of life e i Billboard Showcase con Stefano Fisico. A fare un’apparizione anche Andrew Rayel, 26enne dj moldavo inserito nella Top 100 dj internazionali e definito “il Mozart dei nostri giorni”.

Non ci sarà spazio per i ritardatari e gli amanti del last minute: “Unite with Tomorrowland” ha registrato il sold out poche ore dopo l’apertura delle prevendite. E non vi venga in mente di portare i vostri figli adolescenti: l’ingresso è vietato ai minori di 18 anni.

Per tutti quelli che non potranno partecipare, state tranquilli: noi di Mattlumine saremo lì a Monza e vi racconteremo l’evento, cercando di non farvi venire troppi rimpianti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Vai alla barra degli strumenti