Tisci in Tartan! la direzione creativa di Burberry dopo Bailey cambierà il marchio?

Comments (0) Fashion

Riccardo Tisci, creative star, storico direttore creativo di Givenchy, dopo 12 anni al timone del del marchio francese si è congedato lo scorso anno.
Oggi ha preso ufficialmente il timone di Burberry, uno dei marchi Inglesi più conosciuti al mondo.

Il designer Tarantino, 43enne ha rilanciato il marchio francese con il suo stile inconfondibile portando sotto i riflettori una delle tendenze sub-culturali più vivaci degli ultimi dieci anni il Witch house per la precisione.

Marco Gobetti, amministratore delegato di Burberry, ha dato la notizia oggi: la partenza di Bailey era stata annunciata a ottobre e da allora tra i suoi possibili successori si era parlato di Phoebe Philo di Céline, Sarah Burton, direttrice artistica di Alexander McQueen, Clare Waight Keller da poco arrivata a Givenchy, Kim Jones che lascerà la linea uomo di Louis Vuitton, o uno stilista interno all’azienda, come aveva fatto Gucci con Alessandro Michele. Gobetti ha già lavorato con Tisci, dato che dal 2004 al 2008 è stato amministratore delegato di Givenchy.

Grande amico di uno stuolo di star che gli strizzano l’occhio per i loro outfit da red carpet, è un artista completo, lo scorso anno si vociferava che avrebbe condiviso il timone della casa della Medusa con la Signora della moda Donatella Versace, ma così non è stato. Approda nuovamente a Londra, dopo il congedo dello storico designer della maison Inglese Christopher Bailey, è probabile che la Burberry di Tisci sarà molto diversa da quella di Bailey: il primo ne ha rinnovato la tradizione, mentre Tisci “è uno che celebra l’edonismo”, e dalla sua direzione non ci aspettiamo niente di meno del Tisci pieno di carattere abituato a romper le regole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Vai alla barra degli strumenti