– KIEV – love your home | il brand est europeo combatte per la comunità LGBTQ

Comments (0) Fashion

Avete mai pensato che potreste essere illegali?
Immaginate un giorno di atterrare in un paese un cui il colore dei vostri capelli è illegale, vorreste tingerli e fare finta di essere un’altra persona, una diversa da quello che siete davvero? O combattereste per quello che site anche al costo della vita?
Sto minimizzando il disagio che la popolazione LGBTQA può provare in paesi come la Cecenia o la Russia, paesi in cui non solo la comunità non è tutelata legalmente da alcun tipo di discriminazione ma è considerata da chiesa e stato qualcosa di illecito.
Certo è che se non si combatte non si ottiene nulla, ma i fatti accaduti in Cecenia pochi mesi fa fanno capire che la comunità LGBTQA nell’est Europa non ha solo bisogno di un intervento esterno ma di essere protetta.
La morte come le percosse, gli insulti ed il dolore fisico come quello psicologico, non fermano la ricerca della libertà, si sa l’uomo è uno degli animali più resistenti, grazie alla sua forza di volontà. Proprio per questo, nel sottobosco di una cultura mainstream chiamare provinciale ed ottusa, e sono cerimonioso, si sta muovendo qualcosa.

La linea di abbigliamento Kiev si concentra a livello morale e anche di stile, sulla classe operaia omosessuale. Uno stile molto pragmatico quello del marchio Ucraino, lo stile non è diventato mainstream ma sta arrivando in centro nelle ultime stagioni, basti pensare al successo innegabile di Gosha Rubchinskiy.
Tutta la linea Kiev, almeno questa stagione si basa sul falso, è stato rifatto il logo di IKEA, i colori e le forme strizzano in maniera non velata alle uniformi dei lavoratori del gigante dell’arredamento.
Ovviamente la campagna di comunicazione è sublime a mio avviso, con un marcatissimo accento est europeo un fake amatoriale che fa storcere il naso ad i ben pensanti che segretamente la adorano.
Anche -LOVE YOUR HOMO- è il claime prestato da IKEA “love your home”, cambiandone il senso al marketing di KIEV, hanno voluto continuare una battaglia atta a proteggere la comunità LGBTQA.
Noi nei nostri castelli di carte, non credo che ci rendiamo veramente conto cosa può significare essere diversi in paesi dove non sei al sicuro neanche dentro casa, perché altri hanno deciso che sei un giocattolo rotto. E noi con KIEV sosteniamo questa lotta!

  • KIEV_9
  • KIEV_8
  • KIEV_7
  • Processed with VSCO with c1 preset
  • Processed with VSCO with c1 preset
  • Processed with VSCO with c1 preset
  • Processed with VSCO with c1 preset
  • Processed with VSCO with c1 preset
  • Processed with VSCO with c1 preset
Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookShare on LinkedInShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Will be used in accordance with our Privacy Policy