Il caso SuitSupply ovvero quando l’abito non fa (virile) il monaco

Comments (0) Fashion

Essere il testimone dello sposo a un matrimonio genera un certo grado di ansia. Se poi si tratta del matrimonio del tuo migliore amico, e sai che a un certo punto scoppierai a piangere come un bambino, quell’ansia non può che salire alle stelle. Lo shopping con lo sposo, l’incontro con il parroco, l’eventuale discorso durante la cena, ecc. Per questo due anni fa, tra le mille cose da fare, mi sono completamente dimenticato del mio outfit. Convinto di poter indossare l’Armani carta da zucchero acquistato per il matrimonio della mia migliore amica (lo so non si fa, ma per ammortizzare la spesa mi ero ripromesso di usarlo per almeno quattro cerimonie) potete immaginare lo sconforto quando mi sono accorto di non aver fatto i conti con la palestra…

link originale e testo completo su Alley Oop Sole24Ore

WRITER By Dario Davanzo

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Vai alla barra degli strumenti