GBREAK | Roberto Caccamo, si racconta, parla del suo GBreak e della comunità LGBTQ!!!

Comments (0) Senza categoria

Si chiama Roberto Caccamo, il suo profilo Instagram è seguitissimo, ha circa 89k di follower. Forse lo ricorderete come MISTERCACCAMO. State annuendo, quindi avete capito di chi si tratta. Ama viaggiare, è sempre allegro e quasi mai vestito. Dal 7 al 10 dicembre sarà uno degli ospiti di Gbreak, così abbiamo pensato di conoscerlo meglio. Abbiamo cercato di capire con lui come si possa coniugare la quotidianità con tutta questa notorietà online ed offline.
«Realmente la “notorietà” è qualcosa che sentono più gli altri che tu in prima persona -ha risposto Roberto. Se non mi avessi detto tu che sono un personaggio noto, io non lo avrei preso in considerazione».

Il tuo è un profilo Instagram sicuramente allegro e divertente, parli spesso di sorrisi e felicità. Che cosa è per te la felicità?
«La felicità è sentirmi bene con me stesso e realizzare la mia persona. Da lì viene tutto il resto!»

Guardando il tuo profilo si vede che sei sempre in viaggio. Qual è il tuo posto preferito nel mondo e perché?
«Proprio perché sono sempre in viaggio non c’è luogo migliore di casa mia! Viaggiare è magnifico, ti apre la mente, ma capita di invidiare chi può godersi la quotidianità della propria casa, dei propri affetti e della propria famiglia».

Nelle tue caption sei sempre molto sintetico, sappiamo veramente poco di te e della tua vita privata. Chi è Mister Caccamo?
«Si sono sempre stato un po’ sfuggente e sebbene condivida molte cose online, cerco di tenere sempre per me quelle più intime.
Di solito cerco di eludere questo tipo di domande… proprio come sto facendo adesso».

  • Roberto Caccamo_04
  • Roberto Caccamo_03
  • Roberto Caccamo_02
  • Roberto Caccamo_01
  • Roberto Caccamo_07
  • Roberto Caccamo_06
  • Roberto Caccamo_05

Parlando di Instagram, come un social può essere utile alla causa LGBTQ? Tu la senti questa responsabilità?
«Penso che Instagram sia un mezzo per arrivare a molte persone e quindi sia fondamentale anche per la causa LGBTQ.
Nel mio piccolo cerco di mostrare la quotidianità della mia vita sentimentale con il mio fidanzato, per far capire che non c’è niente di diverso e niente di strano. Ci amiamo».

Dal 7 al 10 dicembre ci vedremo a GBreak, parlaci di cosa ti aspetti da questo evento.
«Mi aspetto di divertirmi un casinooooo!!!!! Staccare da tutto perché ne ho veramente bisogno e godermi una bella vacanza tra relax e festa con nuovi e vecchi amici».

Perché secondo te GBreak è un evento importante per la comunità gay Italiana?
«Perché tendiamo sempre a scappare all’estero per poi ritrovarci a cercare altri italiani. Ricordiamoci di avere un paese bellissimo e che ITALIANS DO IT BETTER.
Si lo so, sono molto patriottico».

Possiamo essere un po’ indiscreti? Che cosa vogliono dire i tattoo che hai sulle dita?
«VIXI VICI «Ho vissuto, ho vinto » in latino, nonché il mio motto nella vita: vivere sempre al 100% e farlo unicamente per vincere.
Quando sarò in punto di morte, mi guarderò le dita ed esclamerò: “SI, LO HAI FATTO MISTERCACCAMO!”».

Ormai ci abbiamo preso gusto a farci i fatti tuoi. C’è una costante nelle tue foto: gli slip. Da dove nasce la tua passione per gli slip, diciamo un po’ eccentrici?
«Nasce dal fatto che non posso postare foto di nudo completo».

 

per unirvi all’evento andate sul sito di GBREAK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

[contact-form-7 404 "Not Found"]