CR7 alla Juve, ma sorride tutta la Serie A

Comments (0) Sport

L’era di Cristiano Ronaldo alla Juventus è finalmente cominciata. Il giocatore più forte del mondo ha accettato il trasferimento ai bianconeri di Torino, dopo una trattativa portata avanti tra suggestioni e incredulità generale. Il 33enne portoghese, da tempo in rotta col Real Madrid, soprattutto col presidentissimo Florentino Perez, reo di non avergli riservato un trattamento degno della sua caratura, si è fatto corteggiare a lungo dal trio Agnelli-Marotta-Paratici, ma alla fine il 10 luglio il sì definitivo è arrivato. Le ragioni per cui è stato definito dalla stampa “il trasferimento del secolo” risiedono soprattutto nelle cifre, spaventose: 117 i milioni sborsati dalla Juventus per strappare CR7 al Real, 100 di cartellino, 12 di commissioni e 5 di oneri accessori; 31 milioni netti di ingaggio, per un totale di 120 spalmati in 4 anni di contratto. CR7 e la Vecchia Signora saranno legati, dunque, fino al 2022, fino a quando il pentapallone d’oro (molto probabile che sventoli il sesto davanti ai tifosi sognanti all’Allianz Stadium, riportando così l’ambito premio messo in palio da France Football in Italia 11 anni dopo l’exploit di Kakà) non avrà compiuto i 37 anni.

Due giorni fa, dopo le visite mediche, e l’abbraccio coi nuovi compagni è stata la volta della prima conferenza stampa da bianconero. Cristiano Ronaldo è apparso sicuro di sè, spiegando i motivi della sua scelta: “Venire alla Juve è stata una scelta facile. Parliamo di una delle migliori squadre al mondo. Ho preso da tempo la mia decisione. Credo sia un passo importante per la mia carriera, qui c’è un grande allenatore e il presidente è abituato a vincere come me”.

Non c’è nemmeno bisogno di raccontare la reazione dei tifosi italiani: gli juventini chiaramente esultano al solo pensiero di ritrovarsi in squadra il migliore al mondo, tutti gli altri non sono così contenti, il gap con la Juve rischia di aumentare vertiginosamente.

In realtà, oltre alla società bianconera, che comunque ha visto un’impennata notevole delle proprie azioni, sarà anche tutta la Serie A a vincere: il campionato italiano acquisterebbe un appeal pauroso anche all’estero, gente che prima non si filava le partite italiane oggi potrebbe tornare sui suoi passi, e questo determinerebbe un incremento dei diritti tv di cui beneficerebbero anche squadre minori; l’arrivo di CR7 inoltre attirerebbe anche molti giocatori che prima snobbavano la Serie A, aumentando la competitività del campionato, e di conseguenza, per lottare per la conquista dello Scudetto, squadre come Napoli, Roma, Inter, dovranno attrezzarsi sempre meglio.

La curiosità di vedere CR7 in un campionato tatticamente molto più difficile rispetto alla Liga o alla Premier è tanta. Senza contare tutte le amicizie che finiranno all’asta del Fantacalcio.

Indipendentemente dalla squadra che tifiate, dovrete comunque ammettere che Cristiano Ronaldo per la Serie A è davvero il colpo del secolo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Vai alla barra degli strumenti