Cosa è Patreon e perché potremmo usarlo anche noi.

Comments (0) Tech

Patreon mattlumine


Come ogni settimana, sono qui che scrivo un articolo “tech” per MattLumine su ciò che considero la migliore notizia tecnologica della settimana.

Ma questa settimana la nostra crew sta cercando un modo sostenibile per permetterci di continuare a scrivere articoli e dare voce a temi importanti. Fino ad ora tutti i ragazzi stanno facendo il loro lavoro senza essere pagati. Per cui… tanti complimenti a voi ragazzi…ma ok, andiamo avanti…

Per questo motivo stavamo guardando alcune piattaforme di crowdfunding e la nostra attenzione è atterrata su Patreon.

Non so se imposteremo un profilo Patreon per Mattlumine, forse cambieremo direzione, ma ho pensato che per questa settimana sarebbe stata una buona idea parlarne, perché penso che sia una piattaforma bellissima e si tratta comunque di un tema tecnologico.

Per coloro che non sanno nulla di Patreon, vi farò un riassunto estremamente breve.

Patreon è una piattaforma in cui artisti, musicisti, creatori di contenuti, scrittori, registi e qualsiasi altro tipo di professionista possono essere aiutati a continuare a fare il proprio lavoro/passione grazie ad un abbonamento mensile a pagamento fatto da utenti che amano le loro creazioni.

Quasi tutti i profili Patreon hanno diverse possibilità di sottoscrizione (ad esempio: argento, oro, platino), con un diverso numero di benefici per i sostenitori, che sono chiamati “Patrons”.

Sostanzialmente, si tratta di un ibrido tra una piattaforma di crowdfunding e una piattaforma per la sottoscrizione di abbonamenti.

Ciò che rende Patreon grandioso e diverso da qualsiasi altra piattaforma è l’ambiente. Questa piattaforma è davvero piena di incredibili menti creative. Puoi imbatterti in un creatore di web series tanto quanto in una ragazza americana che ha avuto più di 190 incontri di lotta Muay Thai in Tailandia, dove vive, e che sta scrivendo un libro leggendario sul Muai Thai.

Penso che Patreon, per questo motivo, sia uno dei posti più interessanti da visitare su internet, perché puoi trovare fantastiche storie personali, meravigliose abilità e tanta tanta creatività.

Quello che mi sono chiesto per la prima volta su Patreon è stato: qual è la differenza per noi in MattLumine tra l’avere un sistema di sottoscrizione in abbonamento per sbloccare i contenuti della nostra rivista e impostare le sottoscrizioni degli utenti su Patreon?

Ho trovato queste due ragioni che rendono Patreon la scelta migliore (mia personale visione):

-in primo luogo, come ho detto sopra, è l’ambiente. Le persone che cercano qualcosa di creativo penso che diano sempre un’occhiata a Patreon, se lo conoscono. Ho dato un’occhiata a Patreon e ho trovato contenuti meravigliosi.

Quindi, probabilmente, se sei alla ricerca di utenti in grado di capire la tua creatività e di aiutarti a continuare la tua passione facendo qualcosa di bello e utile, Patreon può essere un’ottima piattaforma, perché ci sono già persone pronte a capirti.

In poche parole, puoi trovare lì il tuo target.

    • La seconda ragione riguarda il brand. Patreon è ideato sulla sorta di una piattaforma di crowdfunding (parlando del brand) quindi penso che quando un utente decide di aiutare un creatore a continuare a lavorare sulla sua passione, acquistando la possibilità di godersi i suoi contenuti, l’utente non si sente solo di sottoscriversi ad un abbonamento, ma anche fare qualcosa di buono per quella persona.Questo è qualcosa di completamente perso nel comune processo di mercato. Chi pensa di aiutare al pagamento dello stipendio di un giornalista quando compra un giornale? Nessuno o molti in pochi.

Sostanzialmente Patreon ha creato una piattaforma che elimina la distanza tra l’utente e il creatore del contenuto, facendo sentire l’utente parte del processo di sviluppo del lavoro.

Patreon prende questo atteggiamento dalla classica piattaforma di crowdfunding, dove puoi vedere passo dopo passo (di solito) lo sviluppo del prodotto o del servizio a cui hai dato il tuo contributo.

In Patreon il prodotto o il servizio è (di solito) già fatto, ma quello che puoi vedere è il creatore che continua a fare altri prodotti/servizi in un infinito “passo dopo passo”.

Per concludere, se anche noi andremo su Patreon, spero che saremo tanto bravi come gli altri ragazzi che ho scoperto sulla piattaforma e spero anche di avervi fatto interessare a dare un’occhiata a Patreon, perché ci sono molte persone capaci che lottano per fare cose speciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Vai alla barra degli strumenti