Inside #NYFW: Lunga, Eterogenea e Creativa

Comments (0) Fashion

NYFW

Inside #NYFW: In tanti hanno commentato negativamente la più lunga fashion week del calendario internazionale.
Ok, 10 gg non sono propriamente una settimana, ma il senso è quello.
La fashion week della grande mela, propone un mix di marchi, che presentano linee dalle nature diversissime, è per natura la più disomogenea settimana della moda, ed è proprio questo il bello, se e solo se si decidesse di condensare il tutto con 2 o 3 gg in meno.
La New York Fashion Week presenta marchi che mostrano da sempre il potere di un’America forte e ricca della sua giovane cultura o marchi che portano agli ultimi piani della Park, l’aria che si respira a DUMBO (Down Under the Manhattan Bridge Overpass) o nel Lower Manhattan.
È interessante vedere marchi vecchi e nuovi che si mixano perfettamente come è nella cultura del paese dove sfilano, respirando quella vivacissima cultura newyorkese che dagli anni ’90 non è mai scemata.
Ovviamente la creatività va a diminuire passando dalla strada alle passerelle, almeno così succede nella maggior parte dei casi, ma ci sono ovviamente delle eccezioni.

Eccezioni che portano lo sportswear a sfilare, poi sportswear… un ottimo ready to wear ispirato all’activewear. Ad esempio grande rivelazione delle passerelle, è stata la linea Fenty X Puma, che ha visto Rihanna come HeadDesigner del marchio sportivo. Yeezy & Kanye West con uno degli show di presentazione tra i più grandi mai visti, mette in mostra una linea complessa e molto ampia… ma l’ultima in collaborazione con adidas?
Da Jeremy Scott e le sue Barbie Cowgirl a Opening Ceremony e Tom Brown, abbiamo visto tanta creatività.
Certo il nero, l’austerità dei tagli particolari smorzati dal colore più amato dalle nuove generazioni è il protagonista di passerelle e nuovi concept.
In contrasto troviamo la passerella di HBA, quella Hood By Hair che a suon di collezioni azzeccatissime sta conquistando il fashion system, tra addicted e maker. I “Rebel” loro che come OFF WHITHE propongono finalmente un concept nuovo per la strada che viene dalla strada.
E non delude il più amato della moda, Alexander Wang, con una collezione dal respiro veramente street, che Mugato con Derelict del primo Zoolander non avrebbe potuto fare meglio.
Molto creativa, colorata e variegata, ma decisamente troppo lunga, la settimana della moda di NY, che ha visto pochissime ore fa Lady Gaga, la signora di musica e tv, esordire sulle passerelle come modella per Marc Jacobs. Molti i nomi noti e anche qualche esordiente se consideriamo tali i marchi che ormai da anni incantano le strade di tutto il mondo.

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookShare on LinkedInShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Will be used in accordance with our Privacy Policy