NSFW – Dalla mercificazione del Sesso sino a Palomo Spain ‘n Eckhaus Latta

Comments (0) Fashion

LA mercificazione del sesso è uno dei pochi retaggi che fortunatamente ci sono rimasti dagli anni ’80.
Il sesso vende è inutile, provate dire a Tom Ford che non è vero, che vi inviterà nella sua infinita tenuta texana, per convincervi del contrario.
Dopo lo stupro estetico dei corpi, trasformati in oggetto nei ’90 e l’inizio di questo secolo, ora passiamo ad un concetto di sesso di più intimista, celebrativo. Non è più una questione di atto in se stesso, è una spinta alla sensazione. In fin dei conti nasciamo grazie al sesso, siamo spinti dalla chimica per la maggior parte del tempo, se sapessimo veramente quante delle nostre decisioni sono prese con il secondo cervello, sarebbe la fine.
Essendo fatti di sesso, celebriamolo questo elevato atto. Visto che in tantissimi lo inseguono strenuamente, perché non esaltarlo in una campagna pubblicitaria?
Il sesso non è solo un atto, ma una pulsione, una tendenza, il sentimento di unirsi, nel senso più biblico possibile.
Poche ore fa è stata divulgata la nuova campagna pubblicitaria di Palomo Spain che ha sfidato in una sola campagna anche gli stilemi del Gender binario, riposizionando il concetto di abbigliamento uomo-donna, senza ricadere nell’abbigliamento no-gender.
Alejandro Gómez Palomo è un giovanissimo designer che ha debuttato a NY lo scorso febbraio, con questa campagna ha fissato l’asticella più in alto. Palomo non ha creato un oggetto sessuale, ma è riuscito unicamente a sottolineare la morbidezza dei finti confini imposti da una clusterizzazione binaria del gender, tenendo presente che le nuove generazioni, sono poco attratte dal sentirsi legate a qualcosa di sminuente come una definizione rigida, soprattutto dal punto di vista sentimentale e sessuale.

  • PALOMO_SPAIN_15
  • PALOMO_SPAIN_01
  • PALOMO_SPAIN_02
  • PALOMO_SPAIN_03
  • PALOMO_SPAIN_04
  • PALOMO_SPAIN_06
  • PALOMO_SPAIN_07
  • PALOMO_SPAIN_08
  • PALOMO_SPAIN_09
  • PALOMO_SPAIN_10
  • PALOMO_SPAIN_11
  • PALOMO_SPAIN_12
  • PALOMO_SPAIN_13
  • PALOMO_SPAIN_14
  • PALOMO_SPAIN_05

Per sottolineare il rapporto stretto tra moda-sesso basta guardare una campagna dello scorso mese: quella rilasciata da Eckhaus Latta in particolare, è molto forte e sicuramente scomoda, nonostante non sia troppo di rottura, credo però abbia avuto gli effetti sperati. Heji Shin per il brand riprende vere coppie nel momento più celebrativo in assoluto, mentre fanno sesso. Il brand non è inseribile tra abbigliamento uomo, donna, no gender o gender fluid, semplicemente è.
È un brand avantgarde, che ha eccezionalmente scelto un vettore schietto e puro per parlare di sé, non del prodotto, non delle tendenze di stagione, non dei tagli ma semplicemente di sé attraverso il suo potenziale fruitore, in un momento in cui i vestiti sono di intralcio, pura AWARENESS, pura forma ed espressione. In fin dei conti, veicolare un concetto e far parlare di sé è il punto centrale di una campagna pubblicitaria. Beh allora perché non farlo sensibilizzando?
Molti hanno detto ai limiti del porno, io non vedo altro che una basica espressione di una diversità ampia nel modo di amare, perlomeno da quello che si capisce dalla formazione delle varie coppie. Certo ognuno lo fa a suo modo e non è detto che valga tutto!
Per i benpensati, mi spiace per voi. Questo nuovo modo non vi appartiene. Tranquilli, vi rimangono le bollicine ad i vostri privatissimi eventi.

  • eckhaus-lattas-campaign_02
  • eckhaus-lattas-campaign_01
  • eckhaus-lattas-campaign_03
  • eckhaus-lattas-campaign_04
  • eckhaus-lattas-campaign_05
Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookShare on LinkedInShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Will be used in accordance with our Privacy Policy