Barilla Smart Working

Comments (0) Food

BARILLA SMART WORKING

L’ultima volta che abbiamo parlato di Food su MATTLUMINE abbiamo messo luce sul nuovo trend dell’Healty Fast Food. Questo trend come quasi tutti i più importanti trend nel settore food partono da piccole realtà, magari anche molto famose, come può essere un ristorante stellato, ma che hanno, in termini aziendali, dimensioni molto piccole rispetto ad altri attori che si possono trovare sul mercato, soprattutto rispetto a quelli della GDO.
In questo caso invece è proprio di uno dei più grandi attori della GDO che vogliamo parlare, il più famoso marchio di produzione di pasta italiano, Barilla.
Come tutti sappiamo Barilla è uno di quei brand che ha ampiamente superato il suo status legato esclusivamente al prodotto che crea, perché è diventato un brand sinonimo di valori che trascendono il prodotto in sé.
Come tutte le grandi multinazionali, ma da qualche anno, dall’esplosione di massa dei blog di settore, questo vale anche per le aziende più piccole, la necessità di stare al passo con i trend mondiali diventa un tema fondamentale anche per lo sviluppo della brand awareness e un segno distintivo della brand identity.
In quest’ottica la notizia più importante di questa settimana riguarda il Barilla Smart Working. Barilla ha infatti comunicato che il progetto per la mobilità del lavoro per i dipendenti del gruppo che oggi già coinvolge circa 1600 persone, più o meno la metà dei white collar del gruppo worldwide, sarà portata ad essere valido per tutti i dipendenti, al netto delle linee di produzione, entro il 2020.

Barilla in questo modo entra di diritto tra quegli attori del mercato che trainano i trend a livello mondiale a prescindere dal prodotto creato. Vediamo infatti che un progetto analogo lo sta portando avanti anche Microsoft.
I temi come lo smart working e il raggiungimento della realizzazione di smart companies a tutti gli effetti, rientrano in quel campo di miglioramento della qualità della vita che le aziende illuminate si pongono come obiettivo a prescindere dal settore merceologico. Infatti, in questi termini, lo smart working funge sia come miglioramento del rapporto tra privato e lavoro, sia come acceleratore per quanto riguarda l’abbattimento delle emissioni di CO2 che ogni giorno vengono emesse dalla popolazione che si reca al lavoro.
Per un consumatore sempre connesso e sempre aggiornato, anche queste notizie sono fonte fondamentale di fidelizzazione al marchio, per cui non è per nulla assurdo dire che far stare meglio i propri lavoratori, per la Barilla, potrebbe anche significare vendere ancora meglio, se possibile, i loro prodotti.
Il confine tra backend e frontend delle aziende sta definitivamente venendo a scemare e c’è chi saprà sfruttare questa fattore e chi invece ne verrà schiacciato. Perché oggi fare attenzione al “come si produce” è altrettanto importante del “cosa si produce”, ma un nuovo elemento sta alzando la voce e sarebbe il “come sta chi produce?”

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookShare on LinkedInShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Will be used in accordance with our Privacy Policy