L’estate Rock secondo Mattlumine: i migliori festival di agosto

Comments (0) Art & Culture, Music

Flutter. Midburn 2017. | Living photo by @dan_lior | #midburn #burningman #blackrockcity #brc

Un post condiviso da Burning Man (@burningman) in data:

Agosto torrido e svogliato è decisamente arrivato. Mentre vi trascinate stancamente dall’ufficio a casa e da casa all’ufficio grondando sudore nel traffico cittadino, il mio consiglio non è imprecare, ma pensare che le ferie sono arrivate!
Con questo caldo mica vorrete rimanere in città, andate al mare, in montagna o dove diavolo vi pare. Però andate!
E se la domanda è “dove?”, la mia risposta è in giro per il mondo alla ricerca di grandi e piccoli festival dove ascoltare e ballare forsennatamente buona musica.
Se non lo avete ancora pianificato, il mio consiglio è quello di darvi una mossa, perché il Burning man 2017 si terrà dal 27 agosto. E si sa che per partecipare seriamente a questo storico festival bisogna organizzarsi, pianificare e progettare. Come? Non sapete di cosa io stia parlando?
Il Burning man è un evento che fu fondato nel 1986 a San Francisco da Larry Harvey e che dal 1990 si tiene a Black Rock City. Ogni anno è contraddistinto da un particolare tema.
Il primo, nel 1996, fu Inferno, mentre negli anni successivi si susseguirono temi sempre più interessanti, tra cui Wheel of Time, The Vault of Heaven e American Dream.
L’ultima edizione, a tema Da Vinci’s Workshop, ha avuto per protagonista l’opera dell’ucraino Alexander Milov.
L’evento si basa sul valore del regalare, donare, senza avere nulla in cambio. Il proponimento è valorizzare la cooperazione e la collaborazione creativa. Gli organizzatori si sforzano ogni anno di produrre, promuovere e proteggere reti sociali, spazi pubblici, opere d’arte e metodi di comunicazione che supportano tale interazione. Non si tratta insomma del solito festival ma di una vivace metropoli partecipativa generata dai suoi cittadini.
Nel Burning Man 2017 il tema sarà, per l’appunto, Radical Ritual. Si andrà quindi ad esplorare il fumoso campo della spiritualità, del metafisico e dell’ultraterreno, andando ben oltre la religione, i dogmi e tutto ciò che riguardo lo spirito ma è “ingabbiato” da definizioni e limitazioni create dall’intelletto umano. “Nel 2017, inviteremo i partecipanti a creare riti interattivi, processioni rituali, immagini elaborate, santuari, icone, templi e visioni -hanno spiegato gli organizzatori durante la presentazione dell’evento. Il nostro tema occuperà l’ambiguo terreno che si trova tra venerazione e ridicolo, tra fede e credenza, tra l’assurdo e incredibilmente sublime. L’umana voglia di fare eventi, oggetti, azioni e personaggi sacri è mutevole. Può radicarsi e abitare chiunque o qualsiasi cosa. Quest’anno il nostro tema artistico rilascerà questo spirito nel deserto Black Rock”.

Insomma bisogna darsi da fare e iscriversi per poter partecipare e vedere l’uomo che brucia per 39 giorni.
Ora invece partiamo da principio in ordine cronologico.
Se siete pronti a partire immediatamente l’Off Festival, è il festival adatto a voi.
Si tiene dal 4 al 6 agosto, fine settimana in cui rock, pop, indie, musica alternativa, urbana e elettronica riempiono il bellissimo spazio verde a sud di Katowice, in Polonia. Oggi viene considerato come uno dei migliori festival musicali della nazione, OFF ha vinto una manciata di premi negli ultimi anni ed è stato recentemente riconosciuto per le sue “Green Operations”.
Quest’anno, come ogni anno, ostenta Headliners del calibro di PJ Harvej, Feist, Swans e Talib Kweli.
Una volta tornati dalla Polonia, si potrebbe andare all’Oya Festival, ad Oslo. Cinque giorni, dall’8 al 12 agosto, in cui si esibiranno rigorosamente dal vivo Ryan Adams, The Modern Times, Nils Bech, Broen, Lars Vaular. Un programma per intenditori insomma e anche un incentivo ad andare in Norvegia.
Se Oslo è troppo lontana che ne dite di Budapest?
Il Sziget Festival va in scena in Ungheria dal 9 al 16 agosto, con le esibizioni di The Kills, Clean Bandit, Interpol, PJ Harvey.
Se siete rimasti in Norvegia, non sarà un problema spostarvi in Svezia. Dal 10 al 12 agosto, fate tappa a Goteborg, per una tre giorni decisamente variegata nei generi, quella del Way Out Festival. Vi aspettano Lana Del Rey, Frank Ocean, The XX e molti altri.
Scusate se vi porto a casa mia, mi è d’obbligo essere un po’ campanilista di tanto in tanto. In Puglia si terranno tantissimi festival, ma il Cinzella Festival lo sento particolarmente vicino. Si terrà a Taranto dal 17 al 19 agosto in una masseria. Il main stage ospiterà Levante, Frankie Hi-Nrg, glien Circus, Diodato, GO!ZILLA e tanti altri artisti.
Rock, pop ed elettronica al Bregenzer Festspiele, in programma il 19 e 20 agosto. Concerti, opera e cultura di alto livello. Si tiene a Bregenz, appunto, in Austria.
L’estate ovviamente si conclude a Lucca, per il concerto dei Rolling Stones il 23 settembre al Lucca Summer Festival. Il concerto si svolgerà in una location mai utilizzata prima che avrà come sfondo le meravigliose Mura di cinta medievali, simbolo indiscusso della città, che hanno da poco festeggiato i loro 500 anni.
Bhe divertitevi!

COVER VIDEO JESSE

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookShare on LinkedInShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Will be used in accordance with our Privacy Policy